Informativa

×
HOTEL FEDERICO II - Piazza del Popolo 25 – Lucera - Tel. 0881.201421
E’ nata PizzApulia

Dal 12 febbraio è nata a Lucera PizzApulia. Un progetto nato dalla passione di due imprenditori per la pizza e l’amore per la propria Terra: Alessandro Circelli e Giovanni Giannetta.

L’idea imprenditoriale si fonda proprio sul legame che i due imprenditori hanno con la propria terra, ricca di biodiversità e di eccellenze enogastronomiche.

PizzApulia ha saputo valorizzare le potenzialità della Daunia e della Capitanata creando una pizza dalla forte identità che incontra i gusti di una clientela esigente. Il brand Pugliese, naturalmente registrato , ha una formula semplice e autentica: tutto comincia dal campo, dal rapporto diretto con i produttori, dalla conoscenza delle caratteristiche di ogni prodotto per poi creare una pizza che sia un perfetto equilibrio tra gusto e salute.

Una pizza altamente digeribile, sana e gustosa.
PizzApulia è una interpretazione contemporanea di impasti realizzati prevalentemente con farina Senatore Cappelli e farina di grano saraceno, arricchita dalle eccellenze dei prodotti della Daunia e della Capitanata con diversi presidi slow food ma anche altre tipicità della Puglia e del Sud Italia. Un incontro perfetto tra culture e tradizioni antiche che hanno la comune radice nella Puglia e che oggi, unite allo spirito e alle sapienti mani dei pizzaioli, danno vita ad una pizza assolutamente originale.

Tutto ha inizio a Lucera, Citta’ d’Arte e di Cultura , sede ideale per esaltare la filosofia di PizzApulia con i suoi menu stagionali, la sua attenzione alla biodiversità, al rispetto dei territori e delle sue culture gastronomiche. La scelta di Lucera è legata all’attenzione che da sempre i due imprenditori pongono sullo stretto rapporto tra cultura e cibo. La città rappresenta una location dall’indubbio fascino ed appeal, per la sua storia e per il ruolo di primo piano sulla scena internazionale che sta conquistando. Dar vita a questo progetto nella città di Lucera ha un significato profondo ed un valore storico perché ricostruisce gastronomicamente l’antica Puglia con le culture Federiciane e Angioine.